ANDARE IN PENSIONE 2

09.02.2021 19:12
La pensione anticipata : questo tipo di pensione, dopo opportuna domanda, è erogata ai lavoratori dipendenti e autonomi iscritti all’AGO e alle forme sostitutive, esonerative ed integrative. Non vi è differenza dunque tra lavoratori dipendenti pubblici o privati e lavoratori autonomi. La differenza...
Oggetti: 1 - 1 di 2
1 | 2 >>

ANDARE IN PENSIONE 3

09.02.2021 19:18
È una prestazione economica erogata, a domanda, ai lavoratori dipendenti e autonomi che maturano, nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2019 e il 31 dicembre 2021, i requisiti prescritti dalla legge. La prestazione spetta ai lavoratori iscritti all’Assicurazione Generale Obbligatoria (AGO) – che...

T.F.R.

27.09.2013 14:13
E tutte i PARTITI stanno ZITTI. Con una circolare (n. 73 del 5.6.2014)73, del 5/6/2014circolare n. 73 del 5/6/201 l’Inps chiarisce le nuove regole per il pagamento del Tfs e del Tfr ai dipendenti pubblici. I cambiamenti riguardano le rate e i termini di erogazione.  Sono stati ridotti i...
Oggetti: 1 - 1 di 1

RIFLESSIONI

01.11.2018 21:22
Dalla decisione di “spedire” le due bandiere di M5s e Lega, reddito di cittadinanza e superamento della legge Fornero attraverso il meccanismo della «quota 100», in due disegni di legge collegati alla manovra (nel testo finale della Ddl Bilancio trasmesso alla Camera con 15 giorni di ritardo sulla...
Oggetti: 1 - 1 di 1

Bacheca...

02.02.2018 20:03
“Le profonde contraddizioni interne ed esterne del nostro sistema pensionistico sono alla base dell’iniquità del trattamento previdenziale tracciato dal Governo e oggi al vaglio della Commissione Bilancio del Senato e rendono mero esercizio di stile ogni proposta che, muovendo dagli stessi...
Oggetti: 1 - 1 di 3
1 | 2 | 3 >>

ULTIME NOTIZIE

21.09.2017 22:27
Nuovo scalino in arrivo per le lavoratrici private: a gennaio infatti scatta l'unificazione tra donne e uomini per l'età di vecchiaia a 66 anni e sette mesi con l'aumento di un anno per le dipendenti private e di 6 mesi per le autonome. Così come previsto dalla legge Fornero per le donne non ci...
10.08.2016 20:54
Ape è l’acronimo di “anticipo pensionistico”. Entrerà in vigore con la legge di stabilità del 2017, e prevede che dal 1° gennaio 2017 tutti i lavoratori (privati, pubblici e autonomi) nati tra il 1951 e il 1953, che hanno raggiunto 42 anni di contribuzione, possano anticipare il...

JOBS ACT

14.08.2017 21:59
"È una società stolta e miope quella che costringe gli anziani a lavorare troppo a lungo e obbliga un'intera generazione di giovani a non lavorare quando dovrebbero farlo per loro e per tutti". Queste parole di Papa Francesco adesso vengono universalmente condivise, anche dal centrodestra che ha...
Oggetti: 1 - 1 di 4
1 | 2 | 3 | 4 >>

Contattaci

Buono a sapersi....

03.10.2014 21:53

CHE COS’È

La pensione di inabilità è una prestazione economica, erogata a domanda, in favore dei lavoratori per i quali viene accertata l’assoluta e permanente impossibilità di svolgere qualsiasi attività lavorativa.

I pensionati di inabilità, che si trovano nell'impossibilità di deambulare senza l'aiuto permanente di un accompagnatore e che non sono in grado di compiere gli atti quotidiani della vita, possono presentare domanda per ottenere l'assegno per l'assistenza personale e continuativa.

L'assegno per l’assistenza personale e continuativa:

  • non è dovuto in caso di ricovero in istituti di cura o di assistenza a carico della pubblica amministrazione;
  • non è compatibile con l'assegno mensile dovuto dall'INAIL agli invalidi a titolo di assistenza personale continuativa; 
  • viene concesso in misura ridotta, a coloro che fruiscono di analoga prestazione erogata da altre forme di previdenza obbligatoria e di assistenza sociale, in misura corrispondente all'importo della prestazione stessa;
  • non è reversibile ai superstiti.

A CHI SPETTA

Hanno diritto alla pensione di inabilità i lavoratori:

  • dipendenti;
  • autonomi (artigiani, commercianti, coltivatori diretti, coloni e mezzadri);
  • iscritti ai fondi pensioni sostitutivi ed integrativi dell’Assicurazione Generale Obbligatoria.

REQUISITI

La pensione di inabilità viene concessa in presenza dei seguenti requisiti:

  • assoluta e permanente impossibilità di svolgere qualsiasi attività lavorativa a causa di infermità o difetto fisico o mentale;
  • almeno 260 contributi settimanali (cinque anni di contribuzione e assicurazione) di cui 156 (tre anni di contribuzione e assicurazione) nel quinquennio precedente la data di presentazione della domanda.

E', inoltre, richiesta:

  • la cessazione di qualsiasi tipo di attività lavorativa;
  • la cancellazione dagli elenchi di categoria dei lavoratori;
  • la cancellazione dagli albi professionali;
  • la rinuncia ai trattamenti a carico dell'assicurazione obbligatoria contro la disoccupazione ed a ogni altro trattamento sostitutivo o integrativo della retribuzione.

LA DOMANDA

La domanda può essere inoltrata esclusivamente in via telematica attraverso uno dei seguenti canali: 

  • Web – avvalendosi dei servizi telematici accessibili direttamente dal cittadino tramite PIN attraverso il portale dell’Istituto, www.inps.it
  • telefono – contattando il contact center integrato, al numero 803164 gratuito da rete fissa o al numero 06164164 da rete mobile a pagamento secondo la tariffa del proprio gestore telefonico
  • patronati e tutti gli intermediari dell’Istituto - usufruendo dei servizi telematici offerti dagli stessi

Alla domanda va allegata la certificazione medica (mod. SS3).

QUANDO SPETTA

La pensione di inabilità decorre dal 1° giorno del mese successivo a quello di presentazione della domanda se risultano soddisfatti tutti i requisiti, sia sanitari sia amministrativi, richiesti.

La pensione di inabilità può essere soggetta a revisione.

QUANTO SPETTA

L’importo viene determinato con il sistema di calcolo:

  • misto (una quota calcolata con il sistema retributivo e una quota con il sistema contributivo);
  • contributivo, se il lavoratore ha iniziato l’attività lavorativa dopo il 31.12.1995.

L’anzianità contributiva maturata viene incrementata (nel limite massimo di 2080 contributi settimanali) dal numero di settimane intercorrenti tra la decorrenza della pensione e il compimento di 60 anni di età sia per le donne sia per gli uomini a seguito dell’introduzione del sistema contributivo per le anzianità maturate dal 1.1.2012. 

-----°------

26.12.2013 21:32

Chi lo può richiedere

Possono richiedere il Riconoscimento d'Invalidità Civile ed eventuali Benefici Economici, i cittadini riconosciuti come invalidi civili, i sordomuti e i ciechi civili.

Condizioni per rilascio 

Il richiedente deve superare la visita della Commissione Medica dell'A.S.L., integrata con un medico dell'INPS, che accerterà il grado d'invalidità tramite giudizio medico - legale. Eventuali benefici economici verranno concessi solo in caso di accertato grado d'invalidità a partire dal 74%.

Cosa è necessario fare

La domanda per l'accertamento dell'invalidità, redatta su apposito modulo, deve essere presentata all'INPS unicamente tramite internet. Bisogna recarsi da un medico abilitato alla compilazione on-line del certificato medico introduttivo, perchè sia attestata la patologia invalidante; presentare ad INPS via internet, domanda di riconoscimento dei benefici; effettuare la visita medica di accertamento presso la commissione Asl integrata da un medico dell'INPS.

Quanto costa

La presentazione della domanda non comporta alcuna spesa.

Tempi per il rilascio

La durata del procedimento tra la presentazione della domanda e l'erogazione delle previdenze conseguenti al suo accoglimento non può superare i 120 giorni.

Validità

La validità del Riconoscimento dipende dal tipo di patologia del richiedente, che può essere cronica o temporanea.

Oggetti: 1 - 2 di 2

ANDARE IN PENSIONE

09.02.2021 19:15
La pensione di vecchiaia viene erogata a lavoratori dipendenti ed autonomi, su presentazione di apposita domanda. Per ottenerla bisogna avere i seguenti requisiti: -raggiungimento dell’età stabilita per legge; – perfezionamento dell’anzianità contributiva e assicurativa richiesta; – termine del...
Oggetti: 1 - 1 di 2
1 | 2 >>

Contatti

CSA Ente Regione Piemonte Corso Regina Margherita 174
10100 Torino

Coordinatore Aziendale:
Luigi SERRA
335.7782880
csa@regione.piemonte.it